lunedì 29 dicembre 2014

Finalmente uno dei due sarà smascherato.


I due sono Renzi da una parte con metà degli italiani che lo hanno votato e la coalizione CGIL, minoranza Pd, Sel, Grillo, Salvini con l'altra metà degli italiani. Lo strumento che smaschererà uno dei due attori politici sarà l’indagine Istat relativa alla creazione o meno di nuovi posti di lavoro per effetto dell'entrata in vigore della legge Jobs Act, fortemente voluta dal premier Renzi. A nostro parere l’evento è una miccia ad alto potenziale esplosivo ed è bello che sia così. Per la prima volta in assoluto due parti contrapposte del nostro Parlamento e dell'intera società italiana si trovano a confronto su un evento politico eclatante avendo temporalmente all'orizzonte l'ineluttabilità di una conferma o di una smentita della propria posizione. Sembra che pochi abbiano compreso questa rivoluzione. Si tratta viceversa di un evento epocale, di quelli che si vedono ogni "morte di papa" e al quale nessuno dei due contendenti potrà sottrarsi o, peggio, opporre scuse. Naturalmente dovrebbe essere sempre così. Ma in Italia, si sa, nulla è scontato. Ed ecco di che si tratta. Fra un certo numero di mesi uno dei due schieramenti sarà sconfitto dai numeri e l'altro vincerà! Dopo che l'Istat avrà divulgato i risultati dell’aumento o meno dell’occupazione, i sostenitori di una delle due ipotesi dovrebbero scusarsi con gli altri. Non ci sono terze vie. Uno dei due contendenti dovrà dichiarare che "non ho capito una mazza" mentre l’altro potrà dichiarare : “io l’avevo detto”! Tutto questo in un paese normale, s’intende. In Italia invece vedrete che nessuno dei due dichiarerà di avere sbagliato. Anzi. Con presunzione e malafede congenita di imbroglioni patentati dichiarerà il contrario, e cioè che lui ha vinto comunque, anche contro i numeri. E all’ultima spiaggia osserverà che è ancora troppo presto per vedere se ci sarà o meno l’aumento dell’occupazione. Piccola domanda: e noi ancora speriamo che in questo paese la politica diventi seria? E noi nutriamo ancora speranza che dopo aver letto dei deputati regionali del Pd del Lazio (quelli berlusconiani lo avevamo saputo prima con Fiorito & C.) promossi dalla Ditta a Senatori della Repubblica che sono sotto inchiesta della magistratura perché identicamente ai Fiorito mangiavano le stesse ostriche negli stessi ristoranti? Te salüdi.

1 commento:

Belin ha detto...

"CON PRESUNZIONE E MALAFEDE CONGENITA": questa è la definizione della mentalità con cui i politicanti nostrani affrontano la realtà del paese.
Detto questo, di cosa c' é bisogno ancora per ritenerli "MALAVITOSI e CRIMINALI" e quindi degni di essere cacciati a pedate in culo da parlamento?
Costoro sono molto bravi ad arrecare danno al paese non certo benessere, poichè prima degli interessi del popolo ci sono i loro e dei loro sodali.

Support independent publishing: buy this book on Lulu.